“Li Mustazzoli” o Mostaccioli sono i biscotti simbolo del Salento e testimoniano il passaggio, nel tacco d'Italia, della popolazione araba.

 

Si tratta di una vera e propria specialità locale, fiore all'occhiello delle fiere e delle feste patronali dove si possono incontrare artigiani del posto con le loro bancarelle, dove acquistare o assaggiare queste delizie che, fin da fine Ottocento, di generazione in generazione, rappresentano un must della loro produzione e della pasticceria salentina.

Le origini e la storia del famoso dolce salentino

I Mostaccioli sono dolci di origine araba e la loro preparazione non prevedeva l'uso del lievito. Questi biscotti, che in altre zone del Meridione d’Italia sono tipicamente natalizi, nel Salento si possono gustare in qualsiasi momento dell'anno e sono l'ideale per la prima colazione, la merenda o il fine pasto, accompagnati da un ottimo bicchiere di vino o di liquore.

Il biscotto, in ogni paese del Salento, resta lo stesso cambiando però spesso il suo nome: a seconda dell’area salentina in cui vi trovate, potrete sentirli chiamare zozzi, pisquetti, nassaparati, castagnetti o ancora nsparati.

Durante la vostra vacanza nel Salento, potrete assaggiare questi dolcetti non solo presso le Feste Patronali e le Sagre, ma anche in vari forni e pasticcerie. Tuttavia, sono anche facili da preparare in casa, per stupire i vostri ospiti con queste delizie gustose e genuine.

La ricetta dei Mostaccioli

Per preparare i biscotti della tradizione salentina servono:

  • 1 Kg di farina,
  • 400 gr di zucchero,
  • 4 uova,
  • 100 gr di olio,
  • latte quanto basta,
  • 2 bustine di lievito,
  • 15 gr di ammoniaca per dolci,
  • 4 cucchiai di cacao,
  • 500 gr di mandorle tostate,
  • 1 bicchierino di vino bianco o rhum,
  • 2 limoni,
  • cannella e chiodi di garofano.

Preparazione

Scaldare per pochi istanti in un tegame, sul fuoco a fiamma bassa, l'olio e le bucce di limone. Passare al setaccio la farina, il lievito e il cacao. In seguito, aggiungere le uova, lo zucchero e l'olio freddo aromatizzato e procedere con l'impasto.

Unire a questo l'ammoniaca per dolci, stemperata in poco latte, e lavorare ulteriormente il composto. Completare la preparazione con mandorle tritate, chiodi di garofano polverizzati, cannella, vino o rhum e, se necessario, aggiungere latte per ammorbidire il tutto.

Ricavare dei biscotti a forma romboidale e disporli nella teglia foderata con carta da forno. Cuocere a 180 gradi per circa 25 minuti e lasciare raffreddare. Infine, preparare sul fuoco una glassa a base di cacao, zucchero a velo ed acqua prestando attenzione che non si formino grumi.

Immergervi i mostaccioli, farli sgocciolare e lasciarli quindi asciugare. I mustazzoli sono, anche, ottimi nelle varianti preparate con nocciole, frutta candita e miele.

Prenota la tua vacanza

Nome *
Campo non valido

Cognome *
Campo non valido

Email *
Campo non valido

Dal *
Campo non valido

Al *
Campo non valido

Adulti *
Inserire un numero valido

Bambini
Inserire un numero valido

Età bambini
Inserire le età separate da virgola

Messaggio
Inserire un messaggio

Privacy *
Accetta la privacy

Accetto la normativa sulla privacy regolata dal dlgs 30 giugno 2003, n. 196

Voglio ricevere offerte, promozioni e informazioni pubblicitarie

TripAdvisor