Il Salento è un luogo speciale, dove passare vacanze estive indimenticabili, tra i vivaci colori del mare e della natura. Un luogo particolarmente ricco di fascino è la meravigliosa Capo d'Otranto, chiamata anche Punta Palascia. Questo posto unico si trova nel punto più orientale della penisola italiana e rappresenta, nelle convenzioni nautiche, il punto di incontro tra il mar Ionio e il mar Adriatico.

Proprio qui, sul bordo estremo di tutta Italia, sorge uno dei cinque fari del Mediterraneo tutelati dalla Commissione Europea.

L'incontro dei due mari e il fantastico paesaggio

Capo d'Otranto vive il suo momento di maggior flusso di turisti in una notte d'inverno, la notte di San Silvestro. Ogni anno infatti, un gran numero di persone si riunisce a Punta Palascia per ammirare l'alba del nuovo anno, al cospetto di uno spettacolo unico al mondo.

Per via della sua collocazione, questo scorcio spettacolare non è facilmente raggiungibile e quest’aspetto lo rende un luogo speciale, intimo e silenzioso, perfetto per chi desidera stare in pace tra il mare e la natura circostante, lontano dai rumori delle affollate spiagge circostanti.

La specialità di Capo D'Otranto non riguarda solo il panorama spettacolare che si ammira dal faro, ma comprende anche il fascino della vegetazione spontanea, tipicamente mediterranea, che si trova nella punta del Salento.

Per gli amanti della natura, sarà molto gradevole fare una passeggiata tra le rocce e la flora mediterranea, lungo il percorso che porta al faro. Proprio dal faro si può ammirare la fusione dei due mari, che, secondo alcuni racconti degli abitanti, si può ammirare in alcune circostanze climatiche.

Il faro, in seguito ai lavori di ristrutturazione, ha assunto un certo interessante dal punto di vista architettonico, oltre ad essere ovviamente, un riferimento per le imbarcazioni. All'interno è stato anche istituito un museo multimediale del mare, dove i visitatori potranno ricevere interessanti informazioni sulla fauna e la flora della zona.

Nel territorio di Punta Palascia è situata la Grotta dei Cervi, importantissima sia dal punto di vista naturalistico e archeologico, che dal punto di vista etnografico; infatti deve il suo nome alle raffigurazioni di scene di caccia (tante quelle raffiguranti i cervi).

La Grotta spunta su un litorale caratterizzato da pareti rocciose a strapiombo e da piccole baie e non può essere visitata all'interno, a causa dei rilevanti reperti archeologici rinvenuti. Infatti, essa è ricca di numerosi graffiti, manufatti e ceramiche che raccontano le storie di coloro che abitavano questo luogo più di 4.000 anni fa, oggi ancora oggetto di studio.

Prenota la tua vacanza

Nome *
Campo non valido

Cognome *
Campo non valido

Email *
Campo non valido

Dal *
Campo non valido

Al *
Campo non valido

Adulti *
Inserire un numero valido

Bambini
Inserire un numero valido

Età bambini
Inserire le età separate da virgola

Messaggio
Inserire un messaggio

Privacy *
Accetta la privacy

Ho preso visione e dichiaro di accettare la politica sulla privacy (Art. 13 d. Lgs. N. 196/2003 e Artt 13-14 Reg. UE 2016/679)

Sì, voglio iscrivermi alla newsletter per ricevere le offerte esclusive di Corte Del Salento. Per questo presto il consenso al trattamento dei dati personali.

TripAdvisor