Le “Chiacchiere”: il dolce salentino del Carnevale

Le “Chiacchiere”: il dolce salentino del Carnevale

Staff Corte del Salento Staff Corte del Salento 9 Febbraio 2018 Salento & Dintorni

 

La ricetta delle chiacchere

La ricetta delle Chiacchiere è piuttosto semplice, anche perché richiede la lavorazione di un numero limitato di ingredienti, tuttavia per preparare delle chiacchere deliziose è necessario essere piuttosto esperti: nella preparazione delle Chiacchiere è la cura del dettaglio a saper fare la differenza!

Per preparare una quantità media di chiacchere è necessario procurarsi 500 g di farina, 70 g di zucchero, 100 g di burro, mezza tazzina di olio di semi, 300 g di zucchero a velo, 2 uova e una tazzina di vino bianco o di anice.

Tutti gli ingredienti, ad eccezione dello zucchero a velo, che va utilizzato alla fine, e dell’olio di semi, che sarà utilizzato per friggere, devono essere lavorati con accuratezza fino a comporre un amalgama omogenea, dalla quale si ricaveranno una serie di striscioline affusolate dallo spessore piuttosto sottile.

Per conferire alla chiacchera i suoi bordi più tipici può essere utile tagliare le varie strisce utilizzando uno strumento da cucina in grado di ricreare dei bordi a zig-zag.

Le “strisce” devono dunque essere fritte in olio bollente e devono essere estratte dalla padella quando hanno assunto una cromia dorata.

La presentazione delle Chiacchiere

Le Chiacchiere devono dunque essere asciugate con accuratezza con della carta assorbente e vanno gustate a temperatura ambiente, non è dunque necessario riscaldarle prima di servirle, tantomeno tenerle in frigo per la loro conservazione.

Non bisogna ovviamente dimenticare quello che è considerato il vero biglietto da visita delle chiacchere, ovvero una “pioggia” di zucchero a velo che ricrea un piacevolissimo contrasto di sapori grazie all’accostamento tra la sua proverbiale dolcezza e il gusto deciso della chiacchera fritta.