Torre Sant’Andrea: Scopriamo la Spiaggia dei Faraglioni

Torre Sant’Andrea: Scopriamo la Spiaggia dei Faraglioni

Staff Corte del Salento Staff Corte del Salento 24 Giugno 2016 Salento & Dintorni

A poco più di venti chilometri da Lecce e a due passi da Otranto, tra Torre dell’Orso e la Baia Dei Turchi, si trova Torre Sant’Andrea, un antico villaggio di pescatori, a due passi dal caratteristico paese di Melendugno.

Sant’Andrea in Provincia di Lecce: la bellezza in un video

L’Arte della Natura

Un paesaggio quasi incontaminato, tutto da scoprire, con le sue cavità e sporgenze, le sue grotte nascoste e le sue intime rientranze, fino agli imponenti scogli: i Faraglioni che, in tutta la loro possanza, emergono da una acqua che sembra una tavolozza di colori, dall’azzurro allo smeraldo e che riflette uno splendido fondale. Un mare che spesso è stato premiato dalla “Bandiera Blu”.

Un panorama che, con l’omonima torre di difesa cinquecentesca e il piccolo porticciolo, approdo per pescatori e piccole barche da diporto, acquista un fascino fatato.

Alle spalle di questa “caletta”, si stende una meravigliosa pineta che arriva fino ai Laghi di Alimini. Percorrendo i suoi verdi sentieri, si possono scoprire spiaggette sabbiose che emergono solo con la bassa marea, con scalette di pietra che le rendono accessibili a coloro che amano l’intimità e la privacy.

La spiaggia principale, soggetta al genio della natura, grazie alle colline circostanti, è protetta dai venti e il mare è spesso calmo e godibile da tutti. Di giorno come di sera, coi numerosi locali e ristoranti che la animano.

I Faraglioni di Sant’Andrea

I Faraglioni rappresentano sicuramente il tratto distintivo di Torre Sant’Andrea; un’opera d’arte della natura, uno scontro di elementi con l’acqua del mare che ha plasmato la bianca roccia, dando vita a quelli che sembrano “guardiani” che fanno compagnia al vicino Faro, sovrastante questo tratto di costa: i più coraggiosi non perdono occasione per misurarsi in audaci tuffi.

Di tutti i faraglioni, il più suggestivo è quello a forma di arco: l’ “Arco degli Innamorati”, un posto che, nelle giornate di mare calmo, dà la possibilità unica di nuotarci attraverso un mare cristallino.

Come arrivare a Sant’Andrea nel Salento, in Puglia

 

 

Arrivare a Torre Sant’Andrea (Torre dell’Orso) in auto

Per chi giunge dal Nord Italia, dovrà percorrere l’Autostrada A14 fino a Bari. Si seguirà l’Uscita Bari Nord, proseguendo verso sud lungo la superstrada Bari-Lecce.

Una volta raggiunta Lecce, si percorrerà la Strada Provinciale che da Merine passa per Vernole e Melendugno, per poi arrivare a Torre dell’Orso e Torre Sant’Andrea.

Arrivare a Torre Sant’Andrea (Torre dell’Orso) in treno

Per chi sceglie il treno, come mezzo per arrivare nel Salento e precisamente a Torre Sant’Andrea, dovrà fare scalo alla Stazione di Lecce.

Una volta raggiunto il Capoluogo Leccese, è possibilie proseguire attraverso gli autobus del servizio Salento in Bus (attivo da Giugno a Settembre) oppure noleggiare un’auto.

Arrivare a Torre Sant’Andrea (Torre dell’Orso) in aereo

L’aeroporto più vicino è quello di Brindisi Papola Casale. Qui si potrà scegliere l’autobus che collega lo scalo brindisino al centro di Lecce, oppure noleggiare un’auto e raggiungere in autonomia Torre Sant’Andrea.

Ad ogni modo, se si raggiungere il centro di Lecce, si può optare per il servizio di Salento in Bus.