Cannole è un piccolo centro in provincia di Lecce (da cui dista circa 27 km) e fu fondata nel XII secolo dagli abitanti dei villaggi vicini, costretti alla ricerca di un rifugio tra i canneti per sfuggire alla furia distruttiva di Guglielmo il Malo, re di Sicilia temuto e senza scrupoli.

 

Attualmente è rinomata per la "Festa della Municeddha", che si tiene a metà agosto, dove la lumaca, simbolo della città, viene cucinata in tantissime gustose ricette.

Cosa vedere a Cannole?

Il piccolo e caratteristico paesino di Cannole offre tante attrazioni che appassionano i visitatori e permette loro di vivere a fondo il folklore e le tradizioni del Salento. Il centro urbano, infatti, è arricchito da bellissimi monumenti, che vantano una storia antica ed importante, oltre ad essere interessanti anche dal punto di vista artistico e culturale.

Uno di questi è la Chiesa dedicata alla Santissima Madre di Dio (conosciuta anche come la Chiesa Madre) edificio in puro stile barocco, costruito nel 1500. All'interno è ospitato un capolavoro del 1600, La Madonna Del Rosario. La zona della sua ubicazione conserva numerosi reperti che testimoniano insediamenti umani risalenti al neolitico, età del bronzo e bizantina.

Un altro luogo altrettanto interessante è il Parco Torcito, una superficie verde estesa per circa 203 ettari nata nel 1970. È poco distante dal centro città e è si trova all'interno di Cerceto, un feudo di epoca medievale. Oltre a visitare queste antiche costruzioni, è possibile fare delle rilassanti passeggiate tra la rigogliosa macchia mediterranea (qui cresce la rarissima Camomilla di Otranto) o cimentarsi nel trekking scegliendo tra i due percorsi disponibili. È anche possibile pedalare in una delle 4 piste ciclabili.

Gli altri monumenti di Cannole, tra religione e mistero

Se si ama il mistero è d'obbligo una visita al Castello di Cannole, struttura edificata nel 1413 per il volere della famiglia Orsini del Balzo. Oltre alla grande fontana realizzata in pietra locale, nel giardino è presente la "Colonna Osanna": pare che qui sia stato sepolto un capo militare turco di fede islamica, convertitosi al cristianesimo dopo un'apparizione mariana.

Questo episodio è conosciuto dai cannolesi come "la leggenda del turco". Inoltre, a Cannole è presente la Cappella della Madonna di Costantinopoli o più comunemente conosciuta come "la chiesa del turco": secondo un'antica leggenda la Madonna fermò l'esercito dei turchi alle porte della città, facendo convertire al cristianesimo il loro comandante.

All'interno di questo edificio si trova la statua della Madonna di Costantinopoli e ogni lunedì di Pasqua viene celebrata una festa in suo onore, accendendo un grande falò vicino alla cappella e portando il sacro reperto alla Chiesa Madre. Insieme a questa processione viene allestita una grande fiera di merci e bestiame che richiama molti visitatori.

Altro fiore all'occhiello di Cannole è La Cutura, il giardino e orto botanico che ospita numerosi specie di piante, un giardino all'italiana ed una piccola fattoria con pavoni, oche e altri animali che sicuramente incuriosiranno adulti e bambini.

Prenota la tua vacanza

Nome *
Campo non valido

Cognome *
Campo non valido

Email *
Campo non valido

Dal *
Campo non valido

Al *
Campo non valido

Adulti *
Inserire un numero valido

Bambini
Inserire un numero valido

Età bambini
Inserire le età separate da virgola

Messaggio
Inserire un messaggio

Privacy *
Accetta la privacy

Ho preso visione e dichiaro di accettare la politica sulla privacy (Art. 13 d. Lgs. N. 196/2003 e Artt 13-14 Reg. UE 2016/679)

Sì, voglio iscrivermi alla newsletter per ricevere le offerte esclusive di Corte Del Salento. Per questo presto il consenso al trattamento dei dati personali.

TripAdvisor