Il paesaggio salentino è un set cinematografico naturale, dalla costa all'entroterra è un susseguirsi di scenari di rara bellezza.

Non è un caso che alcuni protagonisti della settima arte ne restino colpiti al punto da trasferircisi. L'esempio più fulgido è rappresentato dal premio Oscar Hellen Mirren e dal marito Taylor Hackford, che si sono installati in una masseria del Cinquecento alle porte di Tricase. Peraltro, sono proprietari di un pub che gestiscono con il fratello del noto regista Winspeare.

 

Da Carmelo Bene a Winspeare

Proprio dai film di Edoardo Winspeare, che vive a Depressa (frazione di Tricase), parte la nostra rassegna dei film girati nel Salento.

"Pizzicata" (1996) è ambientato in provincia di Lecce, così come il successivo "Sangue vivo" (2000), che ha per set alcuni dei paesi considerati tra i più belli d'Italia come Specchia e Tricase. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti "Galantuomini" (2008), girato per lo più a Lecce.

Il teatro di "In grazia di Dio" (2014) è invece Giuliano di Lecce: la scelta di far recitare attori non professionisti è un atto di fede per una terra che è la protagonista indiscussa della pellicola. La fascinosa Otranto viene immortalata dal genio di Carmelo Bene nel capolavoro "Nostra signora dei turchi" (1968) in tempi non sospetti, cioè prima del boom turistico del Salento.

Otranto gotica, Castro solare

A Otranto ha i natali il romanzo gotico: "Il castello di Otranto" di Horace Walpole è unanimemente considerato il primo horror della storia della letteratura. Non c'è da stupirsi allora che un maestro come Ermanno Olmi abbia scelto Otranto per girare "I cavalieri che fecero l'impresa" (2001).

A un tiro di cannone da Otranto è adagiata Castro, una perla che ha ammaliato a tal punto il regista Ferzan Özpetek da sceglierla come set per "Mine vaganti" (2009), premio Monicelli per la miglior regia. Nel 2014 tornerà in Salento, tra Lecce e le marine di Melendugno, per girare "Allacciate le cinture" (2014), che va riguardato come un omaggio al Salento intero.

Peraltro, alcune sequenze della pellicola sono state girate a Otranto e in ciò hanno giocato un ruolo fondamentale, per sua stessa ammissione, le sue origini turche. Tra Gallipoli e Nardò, Rubini gira nel 2002 "L'anima gemella", pellicola che racconta un amore travolgente attraverso i colori e le luci del Salento.

Prenota la tua vacanza

Nome *
Campo non valido

Cognome *
Campo non valido

Email *
Campo non valido

Dal *
Campo non valido

Al *
Campo non valido

Adulti *
Inserire un numero valido

Bambini
Inserire un numero valido

Età bambini
Inserire le età separate da virgola

Messaggio
Inserire un messaggio

Privacy *
Accetta la privacy

Accetto la normativa sulla privacy regolata dal dlgs 30 giugno 2003, n. 196

Voglio ricevere offerte, promozioni e informazioni pubblicitarie

TripAdvisor